Benvenuti da Skené.
Mettetevi comodi

122415727-830

Immaginate un posto tranquillo e accogliente, semplice e piacevole, dove poter trascorrere una mattina, o un pomeriggio, consultando un meraviglioso libro, scelto fra tantissimi, comodamente seduti in un accogliente salotto; oppure immaginate di partecipare a un laboratorio creativo, dove dare libero sfogo al proprio estro e al proprio – magari inespresso – talento, producendo risultati gratificanti che mai pensavate di poter ottenere.

O, ancora, immaginatevi mentre assistite alla proiezione su un maxi-schermo di un bellissimo albo illustrato, con un narratore che vi porta con sé, in un percorso di lettura di gruppo, alla scoperta del magico mondo della parola scritta e della fantasia.

Potreste, però, immaginarvi anche mentre vi cimentate in un food lab-art, con verdi zucchine e rossi pomodori che giocano con formine di farina impastata conducendovi verso inaspettate esperienze tattili e sensoriali.

Potrebbe capitarvi, in questo posto, di incontrare un artista famoso, magari uno scrittore o un illustratore, o un importante esperto che sta tenendo un workshop. Certo può capitarvi questo e tanto altro, al centro culturale Skené.

Perché Skené è un centro culturale, sì. Ma per l’infanzia.

Da Skené, infatti, i bambini di tutte le età, ma anche i “grandi”, possono immergersi in un mondo in cui la fantasia, la creatività, il talento, diventano i passi che conducono nel mondo della cultura che non è un antro oscuro abitato da barbosi e oscuri personaggi circondati da polverosi volumi giganteschi, ma il regno luminescente e incantato dove fantasia, creatività e talento possono esprimersi per consentirci una migliore e più nitida visione di noi stessi e degli altri: in altre parole, del mondo.

Skené è dedicato ai bambini perché raramente ci si preoccupa del fatto che, oltre al “pane” della scuola e dell’istruzione, loro necessitano anche del “companatico” della fantasia, schiacciati e oppressi come sono oggi, da ritmi frenetici e da costanti bombardamenti mediatici che corrono il rischio di farli invecchiare senza mai essere stati giovani.

Ecco perché Skené. Perché ogni bambino ha il diritto di sognare.

IL PROGETTO SKENÉ

Colorè cooperativa sociale – che non ha scopi di lucro e che si propone il perseguimento di finalità di solidarietà sociale, la diffusione e lo sviluppo della cultura dell’infanzia e per l’infanzia – ha avviato il progetto “Skenè – Centro culturale polifunzionale per l’infanzia”, attivo dall’inizio del mese di aprile 2014 in via Imperatore Federico, 38 a Palermo.

Skené vuole promuoveresostenere e favorire ogni iniziativa atta al soddisfacimento delle esigenze culturali dei bambini, indifferentemente che essi siano normodotati, disagiati o diversamente abili, ispirando la propria attività ai più nobili principi di solidarietà sociale e seguendo tutti gli indirizzi più elevati per garantire il raggiungimento di questi obiettivi.

INFANZIA FELICE

“Partendo dal presupposto che se l’infanzia è caratterizzata da eventi e rapporti positivi, le basi del nostro pensiero, le fondamenta della nostra esperienza nel mondo porteranno le tracce e i segni indelebili, sia nella mente sia nel corpo, della positività della vita.
Il bambino, che si sente appagato nei suoi bisogni, che si sente sicuro, accettato, compreso e amato, ha sperimentato e porta nella memoria il pensiero che la vita può essere bella.

Il bambino, ogni bambino, ha bisogno di essere sostenutocuratoincitatoaccompagnato nella crescita, ha bisogno di protezione e di modelli in cui identificarsi.
Ha bisogno dei grandi per diventare grande, ha bisogno di sentirsi protetto e importante perché possa riconoscere e sviluppare in sé l’idea, il pensiero, il sentimento, il significato del suo vivere e del suo diritto di esistere.”

LE BASI DEL CARATTERE

Le esperienze dell’infanzia creano le basi del carattere e della personalità, come un edificio che può innalzarsi e svilupparsi, in altezza e in larghezza, a seconda delle fondamenta e del terreno su cui poggia. Possiamo paragonare l’edificio alla vita, le fondamenta all’esperienza infantile e il terreno all’ambiente che ha circondato la nostra infanzia, soprattutto nel rapporto con i nostri genitori. Le nostre radici, quindi, condizionano e determinano il nostro essere adulti. Se l’infanzia è stata positiva, sana e bella, l’adulto sarà aperto alle esperienze positive verso se stesso e verso gli altri, disporrà di energia, interesse e sarà empaticamente disposto verso gli altri. Se la preadolescenza e l’adolescenza hanno visto genitori, educatori, insegnanti e parenti adulti, al nostro fianco, come guida sicura, contenitiva, competente, disposta a crescere mentre i bambini crescono, i problemi più gravi e, soprattutto, il disagio (anche quello psichico) saranno evitati.”

SKENÉ SI PROPONE DI…

“Partendo da questi studi legati alla psicoanimazione, Skené vuole:

 educare alla cultura come valore basilare

• fornire un luogo di incontro per bambini, dove questi possano scaricarsi da tensioni e possano essere liberi di esprimersi senza il timore di essere valutati.

• allestire un ambiente dove si superano le barriere della comunicazione e la diversità esiste solo come riconoscimento del fatto che siamo tutti uguali perché tutti diversi, ovvero della propria identità personale, culturale, etnica e religiosa.

• sviluppare attività ed esperienze finalizzate allo sviluppo delle abilità cognitive, affettive, relazionali e sociali, delle capacità creative ed espressive, nel rispetto delle caratteristiche e delle specificità individuali

• supportare i bambini che vivono situazioni di disagio, anche familiare, nella gestione della propria sfera emotiva

• creare uno spazio condiviso da generazioni diverse come bambini, genitori, nonni.

METODOLOGIE…

SKENÉ  Centro culturale per l’infanzia, partendo dal valore della cultura, dall’importanza di un’educazione alla cultura stessa, con particolare riferimento alla lettura come strumento di arricchimento culturale, intende creare uno spazio accogliente e disponibile che venga percepito dai bambini come un piccolo mondo da esplorare e non come uno dei “tanti obblighi” a cui sottostare.

L’amore per la lettura e il fascino della lettura ad alta voce di un libro (anche ai bambini piccolissimi piace ascoltare chi gli sta vicino), saranno il filo conduttore, ma il bambino non sarà obbligato ad ascoltare la narrazione effettuata in un determinato spazio, o a seguire determinate specifiche attività: egli sarà libero di scegliere l’ambiente o il libro da leggere o solo di guardare immagini da un grande schermo, che gli consentiranno di mettere in moto la fantasia. Ogni momento della permanenza del bambino nella sede di Skené, tuttavia, sarà presidiato da operatori con funzioni di supporto e di tutoraggio.

OBIETTIVI…

• Educare alla lettura, all’ascolto e all’amore verso i libri che non devono e non potranno essere mai sostituiti da nessun videogioco o strumento di intrattenimento elettronico, pur nella consapevolezza dell’importanza degli ausili tecnologici nei percorsi di apprendimento odierni.

• Creare ricordi attraverso le emozioni che solo i libri e il racconto del libro sono capaci di generare.

• Abituare i bambini a manifestare gli aspetti emozionali quali paura, tristezza, rabbia, gioia, gelosia sentimenti  che affiorano e vengono fuori dai libri, per la quasi totalità illustrati da grandi artisti e, pertanto, capaci di integrare perfettamente gli aspetti semantici e i rapporti testo/immagine.

• Permettere al bambino di sviluppare la propria creatività attraverso metodologie di assoluta rilevanza (come il Metodo Munari applicato da operatori specializzati).

• Fornire uno spazio dove i bambini possano scaricarsi da tensioni e possano essere liberi di esprimersi senza il timore della valutazione e nel rispetto del confronto.

• Aiutare i bambini che vivono situazioni di disagio, anche familiare, a gestire la propria sfera emotiva.